Opinioni: Inferno Run Water, del 5 maggio 2019

8

Il sondaggiosulla gara Inferno Run Water edition è chiuso, ed ecco i risultati?

Qui i commenti:

Prima parte del tracciato segnalata non benissimo….. per il resto tutto liscio….. ostacoli delle dimensioni ideali per la mole di atleti in gara….continuare così ?????

Gara bellissima e organizzata in maniera impeccabile. Peccato soltanto x il tempo perché faceva davvero freddo…

Volontari e giudici meravigliosi che ci hanno incoraggiate a non mollare e arrivare alla fine.

Bello il salto dal ponte che mette alla prova l’atleta nella componente del vincere le paure. Ho trovato quasi esagerato e troppo selettivo il multirig finale.
I muri potevano essere diversificati per le donne, con un gradino/appoggio per facilitarne il passaggio. Per il resto bellissima corsa
partendo dalla 10ima batteria non sono riuscito a fare la gara come volevo. Coda agli ostacoli
Gara ben gestita e ben organizzata nonostante le condizioni meteo avverse. Unica pecca derivante dal passaggio in acqua, la partenza scaglionata, ha penalizzato chiunque non partisse in prima batteria togliendo punti di riferimento durante la corsa.

I giudici pochi e poco competenti.

Percorso segnalato male in alcuni punti, era difficile da capire dove andare infatti alcuni hanno sbagliato. Pochi volontari/giudici che uniti al fatto che il percorso non ha ostacoli naturali, rende molto facile tagliare (volontariamente o meno) il percorso. Ostacoli in sospensione molto impegnativi, invece trasporti ed equilibrio abbastanza ridicoli. Il secchio con l’acqua, a parte che andrebbe controllato ad iniizio e fine giro, per me ha senso se ha un coperchio, altrimenti per far veloce l’acqua esce.
Per i non competitivi avrei apprezzato qualche corda sui due muri piu alti e nel limbo

A me la gara è piaciuta…nonostante vento e freddo…ma questo è soggettivo. Gli ostacoli erano divertenti e la parte in acqua pure (uno non si iscrive ad una water edition dicendo no non entro in acqua…e se lo fa è stupidotto…) una critica che mi sento di dire è che a mezzogiorno il tracciato non era chiarissimo…alcune bandierine non si vedevano piu…ma non è una cosa gravissima. Ovviamente il mio punto di vista è da open e non competitiva…io lo faccio per puro divertimento

Per me che odio l’acqua e vedendo il lavoro fatto dai bagnini suggerisco di munirvi di una decina di giubbotti salvagente da far usare a chi non ha tanto il nuoto nelle sue corde… tutto il resto ok, si può sempre migliorare ma l’inferno per me resta una della gare top in italia in qualunque versione

“Lo scivolo dopo il pipe ha causato troppi infortuni.
Visto il freddo andavano distribuire piu copertine termiche.
La segatura prima degli ostacoli in sospensione è piaciuta tanto”