Gare OCR del 20/21 luglio 2019 in Italia

11

Per il prossimo fine settimana, sono tre appuntamenti, di cui una novità assoluta

  • La Warrior Race è la gara organizzata dal Team WRI, di Alessandro Coletta (al momento di scrivere, l’atleta OCR più forte in Italia). Ambientata sulle belle alture di Villar Dora (Piemonte), sarà una gara tecnica ma piacevole. Non essendo alla prima edizione, ha raccolto varie esprienze per cui la garà sarà molto curata. L’edizione invernale ha avuto valutazioni molto buone, il che lascia ben sperare per questa edizione. Ricordiamo inoltre che la gara conclude il Campionato Regionale Piemonte-Valdaosta by FIOCR.
    Tornando alla gara, sarà caratterizzata dalle salite e dall’acqua. I passaggi in acqua saranno più d’uno, così come gli ostacoli in acqua. Il trasporto in acqua sarà uno degli ostacoli “nuovi” di questa edizione. Per chi non sa nuotare, il trasporto è il salvagente stesso!

Anche la trave irlandese in acqua è una novità: sembra facile (fatta da Alessandro Coletta), vedremo come gli atleti la affronteranno!

  • La Cinghial run è alla sua prima edizione. Fa parte di un trittico di gare (un trail, già passato, e due OCR) che Federico Rodà e Diego Giannini – teste pensanti del progetto – hanno chiamato “Appennino series”. La garà, circa 8km con 15+ ostacoli ed un dislivello di circa 300m, valorizzerà il percorso naturale di Maciano (Emilia Romagna) e vedrà degli ostacoli in acqua! “Abbiamo avuto un boom di iscrizioni che non ci aspettavamo! Il percorso vedrà dei passaggi in acqua, addirittura si dovrà risalire una cascata. Infatti gli atleti troveranno una rete sulla parete rocciosa che fa da cascata ad un fiume, e si dovrà affrontare verso l’alto. Con il caldo previsto, sarà faticoso ma piacevole!
    Aspettiamo le vostre impressioni!
  • La Templa Race fa parte del circuito “Apulia OCR Series“, e si svolgerà a Poggiorsini (Puglia). Niko Tragni tiene tutto molto coperto, tuttavia ci parla di alcuni nuovi ostacoli che appariranno sul percorso. “La nostra gara si differenzia per i suoi dislivelli assurdi nella natura murgiana della Puglia. Tra gli ostacoli, abbiamo il gran master wall.. ed il filo spinato su dislivelli del 45%. Tuttavia l’ostacolo più temuto sarà il caldo!
    Alla sua terza edizione, si prepara ad essere una gara molto interessante!