Calendario Gare OCR del 31 agosto e 1 settembre 2019 in Italia

17

Dopo la lunga pausa estiva, non ancora finita per tutti, si ricomincia col botto! Sono in arrivo un sacco di gare interessanti.

  • Original Gram, un nome una garanzia. Sabato 31 agosto. Una delle gare storiche d’Italia, e notoriamente una delle gare più toste, a singolo bracciale. E’ una corsa nata in seno alla squadra degli Heroes OCR Team, una delle prime squadre del panorame italiano. La corsa, nello specifico, è particolarmente curata da Slava Anceslav e da Stefano Colombo, entrambi atleti di ottimo livello. Non li abbiamo intervistati, perchè si sono prodigati con video e post sui social per mostrare il campo, gli ostacoli e la gara in genere. Le iscrizioni sono sold out da qualche giorno. E’ una corsa che si stende per circa 12km sulle colline di Alzate Brianza (Lombardia), con 30+ ostacoli molto impegnativi tecnicamente.
  • Un’altra gara altrettanto famosa di sabato 31 agosto è la Werewolf Run, che per la prima volta si svolgerà a Rocca San Giovanni (Abruzzo). Anche per questa gara, i dettagli sui social sono stati esaustivi: percorso tra le mura della Rocca, lungo un tratto di costa selvaggia, all’interno della riserva delle Farfalle. Ci saranno due circuiti: uno da 10Km ed uno da 13Km. Gli ostacoli sono notoriamente molto fantasiosi e tecnici. La gara, come da “standard” delle Werewolf, qualificherà per i mondiali OCR del prossimo ottobre a Londra.
  • Domenica 1 settembre vedrà la quarta edizione di una corsa campestre particolare, al Patata Cross Race, a Guazzora (Piemonte). Di che cosa si tratta? E’ nata nel 2016 dall’idea di Massimiliano, Emanuele e Cristiano che, dopo aver partecipato ad altri eventi del tipo OCR, hanno creato una corsa ad ostacoli con una variante per differenziarsi dalle altre.
    “Prendendo spunto dalla sagra del nostro paese e per valorizzare i prodotti del territorio di Guazzora (AL), abbiamo deciso di includere un ostacolo – o compagno di avventura normalmente definito. E’ un sacco di patate (5 kg per gli uomini e 2,5 kg per le donne) da portare dall’inizio a fine percorso. Con le poche forze a disposizione e tanto entusiasmo abbiamo deciso di partire e grazie al prezioso aiuto di amici, colleghi, conoscenti e sponsor abbiamo portato a termine la prima edizione. Da lì in poi è stato un crescendo. Grazie ai consigli dei partecipanti delle edizioni precedenti cerchiamo ogni anno di fare quel passo in più per miglioraci e farci conoscere”.
    Un evento non competitivo molto simpatico!
  • Una nuova edizione della Hunterstrail si terrà ancora a Calignaia di Livorno (Toscana). Come per la corsa precedente, la corsa è inserita in un programma di alimentazione e di stile di vita, per cui l’ostacolo non è strattamente una prova, ma anche trovare le capacità per limitare lo sfruttamento (virtuale) delle risorse. In questa edizione, le prove saranno diverse dai canonici ostacoli.
    Ci dice il dotto Jacopo: “Tre prove molto dire tecniche e da gestire con strategia. L’obiettivo è ottenere il maggior numero di calorie. La prima prova sarà la raccolta a nuoto a varie profondità di ricci e aragoste in mare. Ovviamente ricci e aragoste saranno simulate, e la prova si farà mare permettendo. La seconda prova vi porterà lungo il torrente dove dovrete arrampicare e trovare frutta e noci sempre simulate. Infine il percorso di trail, un percorso tecnico e duro per la caccia finale (che include il tiro con l’arco). Ci sarà un tempo limite per ogni prova quindi andate veloci ma anche silenziosi. Perchè? Sopra una soglia di rumore nella foresta potrebbe partire il predatore, un inseguitore che se vi prende fa diminuire le vostre calorie.”
    Una OCR diversa dal solito, non c’è che dire.
  • La gara più a sud sarà la Spartan dell’Emiro, che si terrà a Misilmeri (Sicilia). Il nome della corsa è strettamente legato al nome del paese, di storia millenaria. Infatti l’emiro Giafar lo fece costruire nel 999, quale un punto di avvistamento. Si trasformò in castello successivamente. Oltre al castello Giafar fece costruire un centro abitato, proprio ai piedi della rocca, denominato “Villaggio dell’Emiro“, che in lingua araba si pronuncia “Menzel – El – Emir“, da cui deriva l’attuale denominazione di Misilmeri. Per questo, per valorizzare il luogo, la corsa sarà in paese (Urban OCR), attorniati dalla folla, con gli ostacoli più impegnativi su al castello. Sebbene l’organizzazione non volesse svelare gli ostacoli, abbiamo strappato un “ape hanger, una scala per l’inferno , e bastaaaaaa!!!