Vincitori Spartan Race Italy Series 2023

387

La top ten di tutte le categorie Spartan Race

Age Group, Donne, 18-24

Veronica Callegari non è riuscita nell’impresa di agguantare Chiara Bravetti, che si conferma argento dietro l’imprendibile Claudia Bongiovanni. La quale, si porta a casa davvero tutto: brava!

Martina Sgambati si conferma dietro al podio. Stando alla regola che occorrono almeno tre gare per entrare in classifica della Spartan Race Italy, la top ten di questo age group si riduce ad una top four.

Age Group, Uomini, 18-24

Anche qui, tutto come da previsioni. Federico si porta a casa il pienone, dimostrando come sia in forma strepitosa ed avvisando tutti gli spartani sulle corse future (ricordiamo che dall’anno prossimo non ci saranno più elite, ma ci sarà una classifica unica!). Luca non riesce nell’impresa, per cui Andrea arriva davanti e si guadagna il meritatissimo secondo posto!

Dietro, quarto e quinto posto assodati, mentre una sfida accesa tra Salvatore e Savino ha acceso qualche scintilla. Se Oriol fosse stato presente a Cerveteri, chissà come sarebbe cambiata la classifica…

Age Group, Donne, 25-29

Camilla Depoli, già matematicamente campionessa d’Italia 2023, non si è certo risparmiata all’ultima gara, arrivando davanti a tutte le contendenti a podio.

Dietro, Veronica Monticelli è riuscita, pur con un risultato in meno, a scavalcare, grazie alle migliori prestazioni, la sua diretta concorrente Benedetta Currenti. Che ha sicuramente dato tutto, visto il gap molto piccolo tra le due, ma che non è stato abbastanza, purtroppo per lei. Si porta comunque a casa un podio Nazionale.

Cristina Rebecca e Selene arrivano a distanza molto ravvicinata tra loro, addirittura Rebecca arriva davanti in questo terzetto, ma non le è sufficiente per la medaglia di legno. Ottimo lavoro per tutte e tre comuque!

Age Group, Uomini, 25-29

Lo avevamo previsto qualche giorno prima della gara, che avremmo visto scintille per il podio, e così è stato.
John, già matematicamente campione, ha voluto concludere in cifra tonda e si porta a casa 3 vittorie in tre gare. Maestoso. Mai appagato, nemmeno dopo il primo posto all’Europeo Spartan 2023!
Dietro, nella bagarre generale, Michele Piardi (ricordiamo: in pratica a pari punti con Gioele Guidi alla vigilia della partenza) arriva davanti a Gioele e si guadagna un meritatissimo argento. Per Gioele comunque un bronzo nazionale Spartan (che ricordiamo, va a sommarsi al bronzo europeo OCR di quest’anno: tanta roba).

Non basta purtroppo, a Davide Minelli, una prestazione sopra le righe a Cerveteri! si porta a casa un podio in gara, ma sempre per pochi dannati punti resta fuori dal podio, ma gli rimane la consapevolezza di essere assolutamente al pari di Michele e Gioele).

La top ten di questa categoria è molto densa, in realtà: tutte le gare sono state combattute fino all’ultimo metro!

Age Group, Donne, 30-34

E niente… Francesca Angelelli deve aver maldigerito Gubbio… da allora in poi, si è messa di buzzo buono e le ha vinte tutte! Il che l’ha portata alla vittoria delle Series, con un bel 3000! Giorgi invece soffre il ritorno di Gabriella, e per pochi punticini (si parla di minuti sommati, in quattro gare!) sale sul terzo gradino del podio, proprio dietro alla (meritevole) Gabriella!.

Peccato per Antonietta Intana, che non riesce a stare al passo delle prime, sebben l’esordio fosse stato davvero brillante!
Nella top ten, da evidenziare la sfida sportiva tra Eleonora Bartoli e Nausica Angelini per il 6 e 7 posto, una sfida nella sfida!

Age Group, Uomini, 30-34

Ci si aspettava una grande lotta.. ma la scheggia impazzita Dario Piazza vince a sorpresa (.. insomma) Cerveteri, e tutti gli inseguitori di Agostino D’Asia si sono trovati spiazzati, con la conseguenza che.. nessuno è riuscito a raggiungerlo e superarlo! Per cui Agostino si porta a casa l’oro pur non partecipando a Cerveteri, Alberto Gamba arriva davanti a Lorenzo e si porta a casa l’argento, e Lorenzo “si deve accontantare” del terzo posto. Un sorpasso sul filo di lana!

Dietro, sempre a causa della scheggia impazzita sopra, la calssifica resta – sorprendentemente – molto simile alla vigilia, con la top ten confermata!

Age Group, Donne, 35-39

Come era stato previsto (sul ns canale whatsapp), Marta Fiorucci si porta a casa l’oro! Risultato di un ottimo lavoro durante l’anno. Capucine Bertand, altrettanto come previsto, sofdera una prestazione eccellente e riesce ad arrivare davanti a Chiara Abate di pochissimo! Peccato che Chiara non se la sia potuta giocare a CErveteri, perchè forse avremmo visto un risultato diverso. Tuttavia, onore al merito per tutte e tre!

Nella top ten, vediamo che Marianna Aiello, tipicamente tra le prime posizioni della classifica, è staccata dal gruppo di testa: troppo forti le prime.

Una nota per Benedetta: se a Cesenatico la super fosse stata più veloce, forse forse.. ma brave tutte le atlete!

Age Group, Uomini, 35-39

Lo spettacolo della classifica Spartan Race col suo regolamento attuale!
A sorpresa (a dir la verità, non molto a sorpresa per chi lo conosce), Thomas Santinello vince il campionato grazie ai migliori tre punteggi! Matteo non riesce a mantenere il primo posto, seppur con una gara non all’altezza delle apettative (chissà cos’è successo!). La determinazione del Limoncello Andrea Coppa invece gli permette di scavalcare i sui avversari ed arrivare terzo.

Dietro invece si ritrovano tutti in un pugno di punti. Significa che il livello è stato davvero molto alto per questa categoria di età. Davvero tutti meritevoli!

Age Group, Donne, 40-44

Quasi tutto previsto qui. La matematica premiava Francesca per l’oro, e Patrizia per l’argento. Il terzo posto era vacante, e non basta a Panja una vittoria a Cerveteri per salire al terzo posto: Danny Abela conferma la sua ottima forma e riesce ad mantenere il bronzo della vigilia.

Cerveteri scombussola un po’ tutta la classifica della vigila, seppur mantenendo il gruppetto di atlete top ten. Complimenti davvero a tutte perchè anche questo age è stato davvero combattuto!

Age Group, Uomini, 40-44

Coach Max Fratarcangeli ce l’ha messa tutta davvero e si porta a casa la vittoria della gara! Purtroppo per lui, Ignazio gli è rimasto davvero alle costole ed ai punti (non alle vittorie!) si porta a casa l’oro. Massimo quindi rimane dietro con un argento che è un po’ amaro ma allo stesso tempo dona tante soddisfazioni. Marco Sartori, arriva di poco davanti all’asinello Gallesi, e tanto gli basta per mantenere il podio raggiunto con tanta determinazione.

Luca Gallesi psfiora di un soffio il bronzo delle series. Gli altri top ten se la giocano bene per le posizioni, perchè era una age molto agguerrita. Chissà come sarebbe la classifica con i punteggi 2024!

Age Group, Donne, 45-49

Alessia del Mastro campionessa a punteggio pieno. Ha guidato la series.
Roxana arriva seconda,ma nella nostra classifica era lontana dal podio: infatti il nome è quello che il nostro sistema verifica, ed un nome diverso (Nadia Roxana Buca, ma la classifica di Gubbio riporta Buca Nadia Roxana) ci ha tratto in inganno. Ci dispiace per Ida Perrone e Marta Paci, puirtroppo – come ripetiamo – la classifica è sempre non ufficiale.

Marta Paci per altro è stata particolarmente sofrtunata, nel senso che 7 decimi di punto (parliamo di secondi, nell’ottica di ore di gara) arriva dietro ad Ida. Una medaglia di legno un po’ amara che la stimolerà per il prossimo anno!

Dietro bagarre, ma abbastanza lontane dalle prime

Age Group, Uomini, 45-49

Nicola Airò si porta a casa il podio, in un momento di splendida forma! Dietro, avevamo previsto che Antonino Cerniglia avrebbe dato battaglia, e così è stato! A farne le spese, purtroppo, il Lupo di Sparta Samuele Vecchi, che resta tagliato fuori dal podio per un niente. Silvano Prandi infatti ce la mette tutta e si porta a casa, con Cerveteri, il bronzo della Series!

Samuele Ovidiu e Antonio occupano le tre posizioni dietro, in una manciata di punti. Una vera lotta, la loro!

Dietro, staccati, gli altri atleti, su cui spicca Dorin Sirghi (che ha affrontato la series molto blandamente, dato che negli anni scorsi è stato più volte campione Italiano Series)

Age Group, Donne, 50-54

C’era una sola possibilità che Monica Padroni lasciasse il podio a Danielle Balser, e – purtoppo per lei – si è avverata. Il distacco che Danielle le ha inflitto l’ha purtroppo relegata all’argento. Molto brava Danielle, peccato per Monica, che avrà l’anno prossimo per rifarsi. Lo sport è fatto così!

Il terzo posto se lo porta a casa Raffaella: anche qui, arriva davanti a Monika e si porta a casa tutto il pacchetto! Brava Monika, perchè comunque una medaglia “di legno” è sempre un ottimo risultato.

Dietro, Nadia Stefania e Marisa si aggiudicano i posti subito dietro al podio, purtroppo un po’ staccate dal gruppo di testa. Complimenti a loro per la costanza e per aver lottato fino in fondo.

Age Group, Uomini, 50-54

Fabio Papalini pigliatutto! Il suo momento di forma è eccezionale, e si toglie qualche soddisfazione. Ricordiamo che ha vinto la Hell’s series della sua categoria, ed anche (successivamente alla gara italiana) le Series Spagnole. Peccato per Danilo Rocca: infatti – pur avendo vinto più gare di Fabio – si trova dietro per la regola dei migliori tre punteggi.

Giacomo Dominici riesce ad agguantare il bronzo a scapito del forte Davide Conti!

Davide Conti, come detto, non riesce nell’impresa quest’anno (è stato sempre a podio negli ultimi anni).

Dietro di lui, la battaglia è stata dura per arrivare davanti nella top ten: come si vede, ogni gara è stata una lotta sportiva, che rende merito a tutti i partecipanti!

Age Group, Donne, 55-59

A Donatella non riesce il miracolo di ripetere l’ottimo risultato dell’anno scorso. Laura ha iniziato una gara dopo, e si è rivelata irraggiungibile, portando a casa tutte le gare (in realtà seconda per pochissimo a Cerveteri) ed il podio nazionale. Alla Ghisi un secondo posto ottimamente meritato. Niente da fare per Silvia Petragnoli, che non riesce a prenderla seppur vincendo una gara.

Virginia Miranda è dietro, mentre le altre top ten – tecnicamente – hanno solo due gare per cui teoricamente sono fuori classifica series. Le includiamo per una soddisfazione personale!

Age Group, Uomini, 55-59

Battaglia vera tra Adamo ed il Ceco Elemèr: si porta a casa per pochi secondi (totali su tre gare) Adamo Marini. complimenti ad entrambi perchè sono lotte che fanno bene allo spirito.

Andrea Pini, fuori dalla lotta per i primi due posti, punta a difendere il suo bronzo e ci riesce in pieno: terzo posto per lui!

La top ten è completamente sconvolta rispetto alla top ten della Vigilia. Infatti risultati inaspettati hanno movimentato la classifica, per cui abbiamo dieci atleti mischiati in posizione. Tutto Sport!

Age Group, Donne, 60+

Poco da dire per questa categoria, se non solamente complimenti. Alessandro Palumbo partecipa e vince con la costanza di chi si vuole portare a casa un obiettivo importante, a dispetto di un numero che non importa alla motivazione: l’età!

Brava

Age Group, Uomini, 60+

about us

Imprendibile! Potrebbe essere questo l’aggettivo che caratterizza Elio. Pur restando dietro a Cerveteri, sta alle calcagna di Andrea e riesce a portare a casa il meglio delle tre gare, e di conseguenza il podio di categoria . Anche se in realtà per lui, il podio è una bella abitudine, visto che quest’anno si è guadagnato sia il podio Italiano, che Spagnolo, che Europeo (si, Europeo!)

Andrea Castiglione le prova tutte, ma quei sette punti a Misano (forse un penalty?) gli costano un gradino del podio… un argento comunque ben costruito!

Marco – pur con qualche brivido – si mantiene al terzo gradino

Dietro, abbiamo tutti eroi, nel senso che portare a casa una top ten della Spartan oltre i sessant’anni, è davvero tanta roba! Complimenti a tutti: il livello si è alzato parecchio, e la passione domina!

Previous articleCampionati Europei OCR 2024, anteprima